Cellulite + adiposità localizzate (cap. 3)

Quando si hanno sia cellulite che adiposità localizzate, il problema diventa un pochino più complesso e il rischio di confusione è alto. Aumentare di peso  significa che ogni singola cellula adiposa del nostro organismo aumenta di volume perchè accumula quel grasso che si forma perchè mangiamo più di quanto consumiamo. Queste cellule ingrossate, mescolandosi con i liquidi stagnanti, in alcune parti del nostro corpo formano quel pannicolo indurito, spesso dolente, degenerato in noduli che altera la silhouette delle nostre gambe…e non solo.

Per fare chiarezza, occorre dire che, soprattutto quando c’è adiposità,  una sana dieta controllata è assolutamente fondamentale e che per perdere il grasso e modellarsi occorrono tempi lunghi e un programma ben organizzato che si compone di 3 voci:

  • alimentazione bilanciata e personalizzata
  • movimento, soprattutto aerobico
  • trattamenti estetici mirati

L’alimentazione deve tener conto dell’età, del tipo fisico, dell’attività svolta dalla persona e dalle caratteristiche psico-fisiche, solo così si perde peso davvero e si impara ad alimentarsi in modo corretto senza…perdere la faccia!

Le diete veloci, sbilanciate, troppo drastiche, hanno un effetto deleterio perchè non fanno perdere grasso ma acqua che si recupera con un bicchiere d’acqua, e fanno perdere anche quelle sostanze necessarie alla compattezza e salute di tutti i tessuti del nostro corpo come il collagene, l’elastina, l’acido jaluronico che poi non si recupera più.

Perdere peso in modo corretto e sano vuol dire perdere massa grassa e non massa magra e questo si ottiene soltanto mangiando un pò meno e muovendosi un pò di più tutti i santi giorni. Non esiste una regola diversa e, sopratutto dopo i 40/45 anni, dovrebbe essere proprio proibito per legge dimagrire in malomodo: si ottiene soltanto un invecchiamento precoce e il recupero del peso in un lampo (il famigerato effetto yoyo)

Quindi: alimentazione controllata e 10.000 passi al giorno e già dopo dieci giorni ti sentirai un’altra!

…e poi ci sono i trattamenti localizzati necessari se si vuole perdere centimetri nelle zone desiderate e non nel décolleté, nel viso, nel seno. Perchè fanno bene i trattamenti estetici? Perchè aumentano il metabolismo nei distretti in cui si effettua il massaggio e questo, unito alla dieta ed al movimento, fa davvero rimodellare in modo armonico e duraturo. Per ottenere questo occorre che l’estetista sappia fare molto bene il proprio lavoro, che usi sostanze e tecnologie adatte al problema.

Sostanze lipolitiche    La novità relativamente più recente viene dalla caffeina e dai derivati vegetali che la contengono (noce di cola, semi e foglie di caffè, foglie di té). Il principale effetto biochimico della caffeina  consiste nell’aumentare l’attività dell’enzima trigliceride-lipasi che ha effetti positivi sulla riduzione degli adipociti a livello periferico. Questo unito ai principi attivi che migliorano la circolazione periferica e alle manualità di massaggio, effettuate da mani esperte, che smuovono i liquidi in eccesso (linfodrenaggio di Vodder) rappresenta ancora oggi il modo migliore, più naturale e duraturo di affrontare questo problema.

Vengono anche impiegati alcuni estratti di alghe, come la quercia marina (Fucus vesciculosus), per il contenuto di jodio organico che contengono. Certo l’effetto può essere maggiore ma bisogna tener conto che lo jodio, anche in piccole quantita, può essere nocivo su persone che hanno problemi di tipo tiroideo, anche senza saperlo. I prodotti contenenti tiroxina ( estratto di tiroide) sono veri e propri farmaci e non dovrebbero essere consumati come cosmetici perchè possono provocare effetti collaterali. Tutti i prodotti contenenti fucus e tiroxina dovrebbero essere consigliati soltanto dopo un accurato esame della funzionalità della tiroide. Ovviamente mai in gravidanza, in allattamento e in persone minorenni.

Gli attivatori di assorbimento  – Questi ingredienti hanno la caratteristica di facilitare la penetrazione di alcune sostanze funzionali quali l’escina e la caffeina. Tra gli attivatori più efficaci troviamo il limonene, derivato naturale dalle bucce degli agrumi. Sempre sconsigliabili sono quelle sostanze che hanno attività iperemizzante perchè provocano vasodilatazione che disperde più acqua nei tessuti, esattamente il contrario di ciò che si vuole ottenere. Peperoncino, cannella e compagnia possono andare bene soltanto in presenza di puro adipe (forse solo nell’addome).

Té bianco – Oltre le innegabili azioni antiossidanti e anti-age, si è recentemente scoperto che questa bevanda celestiale (era detta il té dell’imperatore)  ha un buon potere lipolitico. Bevine 2 o 3 tazze al giorno e ne scoprirai i grandi benefici.

 

Buoni risultati stanno dando prodotti che aumentano l’ossigenazione dei tessuti e la specializzazione dei prodotti stessi che ci permette  di poter avere il prodotto specifico per ogni problema. Cellulite edematosa, cellulite mista, cellulite over 45 anni, adiposità localizzate, edemi circolatori, sono problemi diversi che necessitano di sostanze diverse e non è facile districarsi tra la marea di principi attivi. Occorre trovare persone che di queste cose ne capiscano sul serio.E chi sono queste persone? ça va sans dire: le brave estetiste!

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...