Solari vs Acne da stress o tardiva

C’è una forma di acne che non riguarda l’adolescenza ma l’età adulta ed in particolare le donne negli anni intorno alla menopausa, è in aumento in tutto il mondo ed è conosciuto come “acne da stress”. Le cause principali sono, prima di tutto la predisposizione, poi il disordine ormonale di questa età, speculare rispetto all’adolescenza. Ma una grande responsabilità è legata proprio allo stress tant’è vero che in Inghilterra questo inestetismo cutaneo viene chiamato “acne della donna manager”.acne 3

La presenza di questo disturbo crea problemi particolari nei confronti di prodotti che si credono indispensabili per la pelle di donne over 45 perchè quasi sempre sono troppo grassi per una pelle che non riesce ad assorbirli e questo favorisce la formazione di comedoni e impedisce la necessaria ossigenazione della cute. Tra i prodotti più “comedogenici” ci sono i solari che, per la loro stessa funzionalità, devono restare in superficie ed hanno spesso una consistenza veramente “pesante”. Come fare per salvare capra e cavoli?

Prima di tutto bisogna usare creme e solari in formulazioni leggere e poco untuose come sieri o emulsioni, ricchi di principi attivi ma poveri di sostanse lipidiche che sono facilmente assorbiti dalla pelle e non creano l’effetto tappo. E ricorda anche che non sempre le pelli agé hanno bisogno di creme particolarmente grasse: ogni pelle ha caratteristiche proprie.

Una cura efficace in caso di acne o infiammazioni follicolari, anche nelle forme tardive, è l’applicazione di zinco direttamente sulla pelle.

  • Apri 1 capsula di polvere di zinco, che trovi sotto forma di integratore alimentare, scioglila in 1 cucchiaino di tonico assolutamente analcolico e distribuiscila su tutto il viso perfettamente deterso, aiutandoti con una garzina sterile. Esegui questa operazione lentamente per far sì che la pelle assorba bene la sostanza e tampona delicatamente per non irritare,
  • Dopo aver applicato lo zinco, puoi proseguire il trattamento con una maschera che serva a pulire bene lo strato corneo, placare l’infiammazione, idratare e nutrire

–  in una ciotola non di metallo metti 2 cucchiai di Aloe vera gel, unisci 1 cucchiaio di argilla bianca (caolino), 2 gocce di Tea tree oil, 1 cucchiaino di olio di Jojoba. Amalgama bene e distribuisci con le dita o con un pennellino la maschera su tutto il viso e il collo. Lascia in posa per 10 minuti quindi sciacqua abbondantemente con acqua tiepida e passa un tonico analcolico a base di rosmarino e, sul viso ancora umido massaggia 1/2 cucchiaino di Aloe vera gel a cui avrai aggiunto 3 gocce di olio di Jojoba.

Fai questa “cura” del viso 2 volte a settimana per un mese, sospendi per un mese e, se occorre, ripeti a mesi alterni. Quando i follicoli non sono infiammati, non usare lo zinco, ma fai ugualmente  la maschera due volte a settimana per mantenere la pelle pulita e ossigenata.images acne 6

Brufoli e trucco

Anche per truccarti puoi usare prodotti “oil free” oppure ottimi fondotinta compatti formati da polveri e pigmenti vegetali, tra cui lo zinco che, oltre a funzionare benissimo come make up, mantengono il viso opaco e setoso ma, soprattutto non sono occlusivi e lasciano respirare la pelle alcuni hanno anche un certo grado di protezione solare.

Nella mia esperienza di estetista mi è capitato più di una volta di trovarmi di fronte ad una cosiddetta “acne tardiva” sparita dopo aver sospeso l’uso di una crema da notte troppo grassa. Soprattutto in estate e quando il clima è particolarmente afoso, è facile che le creme pesanti diano fastidio e facciano sudare di più. Se ti svegli il mattino con la pelle lucida e anche durante il giorno la trovi untuosa, hai bisogno di cambiare i prodotti che usi e di chiedere consiglio ad una brava tecnica del settore (leggi estetista).guerra-contro-i-brufoli

Un paio di consigli utili

  • non andare a “tormentare” i brufoli soprattutto quando è la stagione del sole forte perchè è sicuro che queste infiammazioni lasceranno una macchia scura che, probabilmente, sarà difficilissimo mandare via. Proteggi invece molto bene i brufoli infiammati quando c’è il sole mettendoci sopra un poco di ossido di zinco.
  • tieni sempre con te una boccetta di Tea tree oil e, quando senti che sta per “spuntare” un maledetto brufolo metti, solo su quel punto, una goccia di questo olio ed è molto probabile che l’odiato non si sviluppi. Il Tea tree oil, diluito in tonico al rosmarino (1 cucchiaio di tonico + 1 goccia di olio) può essere un buon antisettico quando c’è infiammazione e puoi usarlo anche come impacco usando garzine sterili. Se l’infiammazione è forte puoi usare un tonico a base di calendula, hamamelis, azulene.cure-fitoterapiche-contro-i-brufoli

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...