Le cure della pelle in settembre

Ogni anno, a settembre, si ripresenta puntuale lo stesso problema: l’abbronzatura così bella e dorata, diventa piano piano opaca, anzi, con le prime giornate grigie prende un che di giallo-verdognolo veramente poco estetico. Facciamo una lampada per ‘rinfrescare’ il colore? Lo sconsiglio vivamente perchè l’effetto violento degli UV aumenta la disidratazione e l’opacità dello strato corneo soffocato dalle cellule morte. Andare dall’estetista per fare una bella pulizia del viso?…ma poi mi va via anche quel poco di abbronzatura che mi è rimasta (frase tipica di ogni settembre). E invece no, l’abbronzatura non va via perchè si sviluppa negli strati profondi della pelle, ciò che viene via sono le cellule ormai defunte e nere che restano appiccicate alla superficie perchè ci puliamo il viso in modo approssimativo (abbiamo sempre troppa fretta o troppo sonno) e così questo strato compatto impedisce anche un buon assorbimento delle creme necessarie per dare nutrimento e idratazione, indispensabili dopo l’esposizione al sole.

Splashing Face --- Image by © Royalty-Free/Corbis

Quindi la strada giusta è una buona pulizia del viso con uno scrub delicato, magari con ultrasuoni, sieri o fiale a base di vitamina C e E, massaggio repulping con creme a base di oli e burri vegetali, acido jaluronico e collagene e una maschera idratante e ossigenante. Alla fine, magari ti sembrerà di avere la pelle un pò più chiara ma dopo un paio d’ore il colore tornerà fuori luminoso e dorato sulla pelle setosa. Se preferisci un colore più intenso, niente di meglio che qualche pennellata di terra ambrata o una BB Cream, un tocco di fard aranciato e voilà, un bel colorito compatto e caldo senza i danni delle lampade UV.

Anche per il corpo, dopo l’abbronzatura, è assolutamente necessario fare uno scrub (il sale del Mar Morto funziona benissimo ed è drenante), e un buon massaggio nutriente, emolliente   e idratante per togliere l’effetto fessurizzato e ruvido.

E non si deve mai dimenticare l’importanza dell’alimentazione vitaminica e antiossidante per una seria strategia di bellezza e salute. Frullati di frutta di stagione (kiwi, arance, uva, mirtilli, frutti a guscio, ecc.), centrifugati di verdure (broccoli, cavolfiori, carote, rucola, ecc), té verde e bianco…tutti doni della natura che ci aiutano a combattere i radicali liberi che ci fanno tanto male.

frutta-vitamina-c 2

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...