Le cure della pelle in settembre

Ogni anno, a settembre, si ripresenta puntuale lo stesso problema: l’abbronzatura così bella e dorata, diventa piano piano opaca, anzi, con le prime giornate grigie prende un che di giallo-verdognolo veramente poco estetico. Facciamo una lampada per ‘rinfrescare’ il colore? Lo sconsiglio vivamente perchè l’effetto violento degli UV aumenta la disidratazione e l’opacità dello strato corneo soffocato dalle cellule morte. Andare dall’estetista per fare una bella pulizia del viso?…ma poi mi va via anche quel poco di abbronzatura che mi è rimasta (frase tipica di ogni settembre). E invece no, l’abbronzatura non va via perchè si sviluppa negli strati profondi della pelle, ciò che viene via sono le cellule ormai defunte e nere che restano appiccicate alla superficie perchè ci puliamo il viso in modo approssimativo (abbiamo sempre troppa fretta o troppo sonno) e così questo strato compatto impedisce anche un buon assorbimento delle creme necessarie per dare nutrimento e idratazione, indispensabili dopo l’esposizione al sole.

Splashing Face --- Image by © Royalty-Free/Corbis Continua a leggere