Le cure della pelle per il sole

Si può preparare davvero la pelle prima di sottoporla allo stress dell’abbronzatura? La risposta è sì, purchè si seguano alcune regole. La prima è collegata all’alimentazione che deve essere ricchissima di vitamina C, l’antiossidante per eccellenza, una delle sostanze fondamentali nelle reazioni enzimatiche di tutto l’organismo e soprattutto per la pelle perchè è strettamente collegata alla produzione di collagene, elastina, acido jaluronico. Questa vitamina così importante non viene prodotta dal corpo umano ma deve essere apportata con il cibo e siccome è idrosolubile e si ossida facilmente, si devono consumare il più possibile cibi freschi, maturati naturalmente e con poche soste nei frigoriferi.frutta-vitamina-c 2 Continua a leggere

Abbronzatura senza photo-aging

Dal libro ’10 super alleati per la tua bellezza’ di Gabriella Cataldo  –  Riza edizioni

Le indispensabili vitamine anti-ossidanti  C & E

  • La vitamina C è una sostanza davvero fondamentale per la salute del nostro organismo. Oltre a potenziare il sistema immunitario e a consentire la maggior parte delle reazioni biochimiche che servono alle attività fisiologiche, è importantissima per il benessere e la bellezza della pelle. E’ un potente anti-radicalico e partecipa a tutti i processi enzimatici che portano alla formazione del collagene e dell’elastina ed alla biosintesi dell’acido ialuronico, sostanze che garantiscono l’elasticità, la resistenza e la ‘tenuta’ di tutti i tessuti connettivi e, importantissimo,  regola la produzione di melanina. L’uomo, a differenza di altri mammiferi, non la produce in modo autonomo, quindi la deve assimilare attraverso l’alimentazione, consumando cibi che ne sono ricchi. Gravi carenze di questa vitamina idrosolubile, che si scioglie cioè in soluzione acquosa, portano al blocco delle attività biologiche dell’organismo (lo scorbuto) ma anche mancanze lievi provocano un rallentamento del sistema antiossidante dell’organismo e di conseguenza viene favorito l’invecchiamento precoce ed il photo-aging. Quindi occorre assolutamente consumare cibi che contengono vitamina C. Ma quanta ne occorre? I dati non sono univoci ed ogni nazione ha fatto un  proprio protocollo con la tendenza ad aumentarne il consumo. Ecco i dati dei livelli di assunzione giornalieri consigliati in italia (Larn) nel 2012:
  • Bambini 1-3 anni:  40 mg
  • Maschi da 15 a oltre 18 anni: 105 mg
  • Femmine da 15 a oltre 18 anni: 85 mg
  • In gravidanza: 100 m
  • Durante l’allattamento: 130 mg
  • Per i fumatori la dose va aumentata notevolmente, almeno 30-50 ml al giorno e lo stesso dicasi per le esposizioni prolungate al sole nelle ore di maggior calore (ogni sigaretta e ogni ora di esposizione bruciano letteralmente notevoli quantità di vitamine C e A cutanee che fanno da scudo ai raggi UV.

                                                                                                                                              DSCN9861 acerola

La vitamina C è contenuta principalmente nella frutta e nella verdura che bisogna consumare preferibilmente fresca, di stagione, cruda o appena scottata per non perderne la maggior parte del beneficio. Purtroppo questa vitamina è piuttosto fragile e basta la luce, la sosta nei frigoriferi, la cottura per ossidarla.

  • I vegetali che ne contengono di più espresso in milligrammi per ogni 100 gr di cibo:
  • Kakadu plum: 3.200-5.000
  • Camu camu:  2.000-3-000
  • Acerola: 1.200-3.000
  • Rosa canina: 1.200
  • Uva, succo: 340
  • Baobab, frutti.  300
  • Ribes:  200
  • Bacche di Goji fresche: 148
  • Kiwi:  85
  • Cavoli, cavolfiori, broccoli:  60
  • Arance, limoni, agrumi:  50

Utilissimi i frullati e i centrifugati di frutta e verdura, veri concentrati di vitamina C da consumare prima, durante e dopo l’esposizione al sole.rosa_canina 2

*Frullato – Prendi 1 kiwi, mezza arancia, 10 mirtilli, 2 piccole inflorescenze di broccolo crudo, il contenuto di una capsula di polvere di acerola, 20 dl di latte di soia o di riso; frulla tutti gli ingredienti e bevi il composto subito dopo la preparazione. Accompagnato da qualche crackers può essere una perfetta e dietetica merenda.

camu camu