Le cure della pelle per il sole

Si può preparare davvero la pelle prima di sottoporla allo stress dell’abbronzatura? La risposta è sì, purchè si seguano alcune regole. La prima è collegata all’alimentazione che deve essere ricchissima di vitamina C, l’antiossidante per eccellenza, una delle sostanze fondamentali nelle reazioni enzimatiche di tutto l’organismo e soprattutto per la pelle perchè è strettamente collegata alla produzione di collagene, elastina, acido jaluronico. Questa vitamina così importante non viene prodotta dal corpo umano ma deve essere apportata con il cibo e siccome è idrosolubile e si ossida facilmente, si devono consumare il più possibile cibi freschi, maturati naturalmente e con poche soste nei frigoriferi.frutta-vitamina-c 2 Continua a leggere

Photo-aging… se lo conosci lo eviti

fotoinvecchiamento-come-proteggere-la-pelle-dal-sole-1024x682Come ogni estate, puntualmente, si ripresenta il problema sole. Se ne parla in ogni dove ma io vedo che la confusione regna sovrana nonostante la marea di articoli e di servizi giornalistici e l’esempio degli acceleratori di abbronzatura ne è una chiara prova.

Ecco un pò di cose da sapere assolutamente:

– La melanina è la difesa naturale della nostra pelle contro i danni dei raggi ultravioletti ed ogni razza ha specializzato il proprio fototipo secondo la latitudine: in Africa abbiamo pelle scurissima e niente peli, in Svezia pelle chiarissima e abbondanza di peluria. In Italia, zona intermedia, abbiamo a nord pelli chiare e chiarissime che hanno difficoltà a sviluppare la melanina, mentre le pelli della popolazione del sud abbronzano con più facilità. L’errore che produce tanti danni è il pretendere che una pelle chiarissima si abbronzi in quattro e quattr’otto, stando ore sotto raggi micidiali, con la convinzione che la protezione massima sia sufficiente. Non è così perchè una pelle senza difesa interna reagisce all’aggressione degli UV con eritemi, macchie, perfino piaghe e i tessuti in profondità si deteriorano in modo irreversibile causando quello che chiamiamo photo-aging, cioè l’invecchiamento precoce della pelle che aumenta di molto il normale chrono-aging cioè il fisiologico invecchiamento cutaneo.dermatoeliosi-volto-3-255x300

– Il sole a picco, nelle ore caldissime fa male a tutte le età e a tutte le pelli anche con le cosiddette protezioni totali. I raggi fortissimi e il calore impoveriscono la pelle e l’intero organismo di vitamine, soprattutto A e C, alterano le fibre di collagene ed elastina e distruggono  l’acido ialuronico che senza vitamina C non può essere sintetizzato. Quindi per evitare che la pelle reagista in malo modo, esponila nelle ore più fresche e falla riposare all’ombra quando il sole non perdona e salverai capra e cavoli: pelle bella e turgida e abbronzatura luminosa e dorata.  E se vuoi essere più scura, metti una pennellata di terra ambrata, avrai un colorito perfetto senza danni.

Abbronzatura-Scottature-ed-Eritemi-Solari-Rimedi-1

L’altro errore da evitare è la classica ‘dieta furiosa dopo la prova-costume’. Più le diete sono drastiche, più impoveriscono di liquidi e di quelle sostanze fondamentali che sostengono l’impalcatura cutanea. Soprattutto se non hai più trent’anni, il rischio è di ritrovarti una pelle ridotta come una spugna spremuta e rinsecchita piena di macchie. L’alimentazione è fondamentale perchè la pelle sia in ottime condizioni e a tutte le età. Occorre sempre una dieta bilanciata che preveda frutta, verdura, proteine nobili e legumi, carboidrati e fibre. Non bastano gli integratori e gli interventi estetici e cosmeceutici, l’organismo sintetizza le sostanze necessarie dal cibo, le altre cose sono, appunto, integrazioni.

foto verdureimages vit. c

.images viso acqua

 

 

FLASH COSMETHOLOGY la nuova era della cosmesi anti-age

Scan staminalisNe parliamo con il suo creatore, il dottor Umberto Borellini, cosmetologo di fama mondiale, nonchè docente di cosmetologia applicata che ha formato le migliori estetiste italiane.

Domanda: Dopo aver provato il suo fantastico contorno occhi Pink Fluyd, la mia curiosità riguardo alla Flash Cosmethology è aumentata enormemente. Mi può spiegare meglio in che cosa consiste e quali sono gli scopi che si prefigge?

U.B. : La Flash Cosmethology è semplicemente una cosmetologia che sfrutta l’azione di attivi non soltanto estremamente efficaci, ma anche rapidi nel dare effetti visibili. Ciò comporta un’immediata soddisfazione da parte del cliente che percepirà subito la validità del prodotto e un grosso vantaggio per il professionista che lo propone. Pink Fluyd è il capostipite di questa nuova era cosmetica.

Domanda : Quali sono le sostanze più nuove e valide per la cosmetologia anti-age?

U.B. : Nei prodotti anti-age si devono sfruttare additivi sinergici. I migliori, a mio parere, sono gtli antiossidanti, gli idratanti e i protettivi sapientemente calibrati.Un tocco di staminali vegetali, infine, dona al prodotto una migliore resa generale. Betaina, estratti vegetali standardizzati, oligopeptidi, fitoestrogeni, vitamine…solo per citarne alcuni, tutti ingredienti frutto di ricerche realmente interessanti.

Domanda : Ci sono differenze, secondo Lei, tra i prodotti venduti in farmacia, profumeria e istituti di estetica? E qual’è il criterio per valutare l’effettiva validità di un prodotto?

U.B. : Si possono trovare eccellenti formule in ogni settore commerciale, così come si possono trovare delle emerite schifezze a prescindere dal prezzo del prodotto stesso. Chi ha seguito i miei corsi sa valutare un prodotto già dalla lettura della formula INCI ed è in grado di effettuare una prima scrematura, successivamente, la prova reale del prodotto farà il resto. Va ricordata a questo proposito l’analisi fatta da ‘Altro Consumo’ su 23 prodotti solari che ha visto al primo posto per validità e rapporto qualità-prezzo un solare della grande distribuzione (GDO) seguito a ruota da un prodotto del circuito hard discount…penultimo uno di farmacia e ultimo un solare di profumeria. Non è ovviamente una visione assoluta ma ci indica che sul mercato le offerte sono infinite e vi sono eccellenze e mediocrità…equamente distribuite. E’ sempre più necessario quindi diventare consumatori attenti al momento degli acquisti in tutti i settori, non solo per i prodotti alimentari.

Un contorno occhi veramente fantastico

Ho provato un nuovo prodotto che mi riconcilia con gli anni che, inesorabilmente, passano! La cosiddetta ‘zona perioculare’ è la bestia nera di tutte, ma proprio tutte le donne after ’50. La ricerca di qualcosa che aiuti davvero a eliminare o a rendere meno importanti borse, rughe e occhiaie è tale che tra amiche, colleghe, conoscenti, ci si passano informazioni e ‘dritte’ a tutto spiano. Questa volta, credo proprio che la mia ‘dritta’ sia davvero di quelle che lasciano il segno.

Si tratta di un nuovo gel per il contorno occhi creato da un famoso cosmetologo che ama il suo lavoro e, bontà sua!, ama le donne. Lui è Umberto Borellini, cosmetologo, docente universitario, tra i primi a studiare e ad utilizzare i principi attivi delle piante in cosmetica. Insomma un cervellone che abbiamo la fortuna di avere a Milano così è possibile seguire le sue meravigliose conferenze perchè, oltre a essere bravissimo è anche un ottimo e simpatico parlatore.

Questo prodotto è un gel che si chiama Pink Fluyd (ogni associazione al complesso quasi omonimo è assolutamente corretta perchè lui è anche un amante della musica e…DJ radiofonico nei momenti liberi!). Ne basta una goccia da far assorbire delicatamente lungo tutta la zona dalla radice del naso alla coda dell’occhio arrivando, con il dito umido fino alla palpebra e 3 minuti, senza muovere l’occhio, perchè asciughi e si possa vederne il risultato: il gonfiore sotto l’occhio  è attenuato, le rughe sono appianate e anche l’occhiaia risulta più chiara. Occhi riposati, più giovani, luminosi: questo è il risultato e si garantisce l’effetto per 5/6 ore. Ma la cosa ancora più splendida è che con l’uso, si continua a migliorare e, dopo 3 settimane, la pelle sarà più tonica, luminosa, idratata. Ed è vero, io l’ho provato e, nonostante la mia veneranda età, ne sono entusiasta.

Posso dire che poche volte nella mia lunga vita di consumatrice di cosmetica e operatrice del settore mi è capitato di trovare un prodotto dal risultato così eclatante.

Il segreto è tutto nei contenuti fitoceutici tra cui: betaina da barbabietola, estratto di cellule staminali di mela e albero delle farfalle, estratto di caprifoglio, vitamine C e E antiossidanti, oligopeptidi, per citare solo i principali. Senza parabeni e petrolati.

PINK FLUYD siero antirughe ad effetto lifting istantaneo e continuo – STAMINALIS linea fitoceutica antiage

Lo trovi nei Centri estetici che si servono di questa linea cosmetica o direttamente : http://www.glassonion.itPINK_ROSA_FOTO 2